Il prototipo di supercomputer exascale cinese eseguirà 1.000.000.000.000.000.000 di calcoli al secondo

La Cina ha rivelato che intende costruire un computer così potente da essere in grado di eseguire 1.000.000.000.000.000.000 di calcoli al secondo, secondo l’agenzia di stampa statale Xinhua. In altre parole, il governo cinese sta cercando di costruire il primo prototipo di computer exascale (1.000 petaflop) al mondo.

Un computer exascale è in grado di eseguire almeno 1 quintilione (un miliardo di miliardi) di calcoli al secondo e potrebbe fornire enormi dividendi nell’apprendimento profondo e nei big data in un’ampia gamma di discipline, tra cui la ricerca sui test nucleari, la decodifica di codici e le previsioni meteorologiche.

Il governo cinese afferma che il computer exascale sarà 200 volte più potente del suo primo supercomputer Tianhe-1, riconosciuto come il più veloce del mondo nel 2010. L’anno scorso, il Paese ha rivelato il supercomputer più veloce del mondo, il Sunway TaihuLight.

At 1,000,000,000,000,000,000 calculations per second, exascale supercomputers will be able to quickly analyse massive volumes of data and more realistically simulate the complex processes and relationships behind many of the fundamental forces of the universe, dice il governo degli Stati Uniti sul suo sito web.

[E]xascale supercomputers will more realistically simulate the processes involved in precision medicine, regional climate, additive manufacturing, the conversion of plants to biofuels, the relationship between energy and water use, the unseen physics in materials discovery and design, the fundamental forces of the Universe, and much more.

La Cina spera di svelare un prototipo di computer prima della fine del 2017 con Zhang Ting, ingegnere applicativo del National Supercomputer Center con sede a Tianjin, che conferma che un complete computing system of the exascale supercomputer and its applications can only be expected in 2020, Lo riporta l’agenzia di stampa Xinhua.

Un sistema petaflop può eseguire un quadrilione di operazioni aritmetiche al secondo. Un sistema a esascala è di 1.000 petaflop. Il computer exascale potrebbe avere applicazioni nei big data e nel lavoro di cloud computing, ha aggiunto, osservando che il suo prototipo sarebbe leader mondiale in termini di efficienza di trasmissione dei dati e velocità di calcolo.

Attualmente, la Cina è all’avanguardia possedendo il supercomputer più potente del mondo, il Sunway TaihuLight, che ha una velocità di elaborazione di 93 petaflop. Al suo apice, il computer può eseguire 93.000 trilioni di calcoli al secondo. In totale, la Cina ha 167 dei 500 computer più potenti del mondo, utilizzati in campi che vanno dalla ricerca alle iniziative di difesa.

Si dice che il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti, che è anche in corsa per la creazione di supercomputer exascale, disporrà di un sistema exascale operativo entro il 2023. Anche il Giappone sta investendo pesantemente nella tecnologia dei supercomputer e ha dichiarato che spenderà 19,5 miliardi di yen (139 milioni di sterline) su un computer da 130 petaflop.